La calendula: proprietà e benefici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

La calendula, nota anche come calendula officinalis, è da sempre conosciuta per le sue straordinarie proprietà. Troviamo citazioni che riguardano il suo utilizzo, già negli scritti di Plinio il vecchio o di Virgilio.

La calendula appartiene alla famiglia delle Compositae e cresce spontaneamente in aree prative, incolte e ai bordi delle strade; la fioritura è massima nelle stagioni a clima mite.

I suoi petali dai colori accesi, che spaziano dal giallo all’arancione, sono perfetti per vivacizzare balconi e giardini e il suo gradevole profumo, simile a quello del limone, è l’ideale per dare una sferzata di buonumore.

La calendula è soprattutto un concentrato di proprietà curative che sono contenute proprio nel fiore: i petali sono ricchi di flavonoidi, oli essenziali, carotenoidi, licopene, luteina, xantine con conseguenti caratteristiche antinfiammatorie, antitrombogeniche, antidiabetiche, antitumorali, antivirali e neuroprotettive.

La calendula è usata per trattare una varietà di disturbi che colpiscono la pelle, nonché infezioni e funghi. 

A livello topico, è utile nel trattamento di una vasta gamma di condizioni della pelle, tra cui: eruzioni cutanee, punture d’insetto, ferite, ustioni, eritemi e scottature solari, gonfiore, eczema, acne, ferite chirurgiche, dermatite da pannolino, herpes labiale e persino herpes genitale. È un ottimo lenitivo del dolore e delle infiammazioni. 

La calendula aiuta anche a rallentare lo sviluppo delle rughe: gli antiossidanti e i composti antinfiammatori contenuti nella calendula proteggono in modo significativo dallo stress ossidativo le cellule della pelle; inoltre, consente di mantenere la pelle idratata e sana.

Uno dei principali vantaggi della calendula è la sua capacità di favorire la cicatrizzazione delle ferite: la calendula aumenta il flusso sanguigno alla lesione, promuove un processo di guarigione rapido e sano, privo di infezioni e incoraggia la crescita di nuovi tessuti sani. 

Internamente, può aiutare a rafforzare il sistema immunitario e linfatico. È utilizzata per combattere le infezioni fungine, i crampi mestruali e i disturbi gastrointestinali, nonché per tenere a bada la febbre. 

Torna su