L’olio di mandorle dolci: dai capelli all’intestino, un alleato per la salute e la bellezza

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Le mandorle sono un alimento buono, sano e ricco di proprietà benefiche per la nostra salute. In particolare, l’olio ricavato dalla spremitura a freddo della mandorla dolce, è un toccasana per il benessere di tutto il corpo; viene comunemente usato come ingrediente naturale nella cura della pelle e dei capelli, ma è anche un prezioso alleato per la salute.

È importante notare che l’olio di mandorle destinato al consumo alimentare è quello di mandorle dolci.  L’olio di mandorle amare è spesso utilizzato nella composizione di alcuni prodotti cosmetici, ma dal momento che contiene acido cianidrico, è controindicato per il consumo alimentare, in quanto potenzialmente tossico.

L’olio di mandorle dolci offre benefici per la salute, sia quando viene integrato nella dieta quotidiana, sia quando viene utilizzato nella routine di bellezza. 

Ecco alcuni vantaggi associati all’uso e al consumo di olio di mandorle dolci:

Un alleato per la salute del cuore

L’olio di mandorle dolci contiene prevalentemente grassi monoinsaturi (70%) che, a differenza delle altre tipologie di grassi, hanno effetti positivi sulla salute del cuore.

I grassi monoinsaturi sono in grado di aumentare i livelli di colesterolo HDL,  il cosiddetto colesterolo “buono”, a scapito di quello LDL che, invece, è considerato un  fattore di rischio per le malattie cardiache.

Studi recenti hanno dimostrato che in un regime alimentare sano e bilanciato, il consumo di grassi monoinsaturi può contribuire a controllare la pressione sanguigna, migliorare i livelli lipidici e ridurre il rischio di problemi cardiovascolari. I benefici dell’olio di mandorle dolci, se abbinati a uno stile di vita sano, contribuiscono a proteggere la salute del cuore.

Fonte di vitamina E

L’olio di mandorle dolci è un’ottima fonte vitamina E, l’assunzione regolare fornisce un’importante quota della dose giornaliera raccomandata che negli adulti è stimata in 13 mg negli uomini e 11 mg nelle donne.

La vitamina E è un gruppo di otto composti liposolubili che hanno proprietà antiossidanti. Questi composti proteggono le cellule dai radicali liberi che, se presenti in numero eccessivo nel corpo, possono causare danni ossidativi collegati a una serie di malattie croniche.

Mantenimento del peso

Se è vero che una dieta ricca di grassi è legata all’aumento di peso, è altrettanto vero che una dieta che prevede l’assunzione di grassi monoinsaturi e, quindi, di grassi sani ha l’effetto opposto. 

I grassi monoinsaturi come quelli presenti nell’olio di mandorle dolci supportano diverse funzioni importanti, tra cui:

  • fornire energia per il corpo;
  • fornire acidi grassi cruciali che, altrimenti, il corpo non può produrre da solo;
  • aiutare il corpo ad assorbire le vitamine (in particolare A, D, E e K).

Utilizzare l’olio di mandorle dolci nella dieta può avere un ruolo nel controllo e  mantenimento del peso, nonché nel benessere di tutto il corpo.

Proprietà idratanti

L’olio di mandorle dolci è un ingrediente molto usato nei prodotti di bellezza naturali. Delicato e lenitivo è benefico sia per la pelle che per i capelli; se applicato sulla cute ha proprietà emollienti. 

Queste caratteristiche consentono all’olio di mandorle di ammorbidire, levigare e rendere più elastica la pelle. È spesso usato per trattare alcune condizioni della pelle come l’eczema e la psoriasi in quanto gli acidi grassi contenuti nell’olio di mandorle dolci aiutano a riparare la barriera naturale della pelle, trattengono l’umidità e riducono l’irritazione. 

Le sue proprietà emollienti lo rendono una scelta eccellente anche per mantenere i capelli e il cuoio capelluto morbidi e idratati.

L’olio di mandorle, inoltre, è ricco di vitamina E che può aiutare a proteggere la pelle dai danni del sole e dall’invecchiamento precoce. Quest’olio lenitivo può anche aiutare a prevenire la diffusione delle smagliature e a proteggere da arrossamenti e pruriti.

Torna su