Prendersi cura dell’intestino per il benessere di tutto il corpo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Se di “cuori” e “cervelli” ne è piena la letteratura romantica, sarà veramente difficile trovare un’artista che abbia trovato ispirazione nell’intestino, eppure è un organo che riveste un’importanza tale da essere definito dalla scienza “secondo cervello”.

All’interno del nostro organismo, infatti, l’intestino rappresenta il centro fisiologico della salute con una vasta rete di neuroni situata tra i due strati muscolari delle pareti dell’apparato digerente che hanno una struttura simile a quella dei neuroni del cervello.

Al di là dei dettagli scientifici, si può affermare che la salute dell’intestino può influire su quasi tutte le funzioni del corpo. Un intestino sano si traduce in un ambiente favorevole per tutti i microrganismi che vivono nel nostro corpo con un impatto diretto su tutte le funzioni: dalla salute dei capelli, all’umore.

Come prenderci cura, allora, di questo organo così importante? Per prima cosa curando l’alimentazione.

Curare l’alimentazione per il benessere del nostro intestino

La dieta mediterranea è particolarmente indicata quando si è alla ricerca del benessere intestinale in quanto prevede un importante consumo di alimenti naturalmente ricchi di fibre, fondamentali per regolare il transito intestinale:

  • Frutta – mele, pere, prugne, fichi;
  • Verdura e ortaggi – carciofi, broccoli, finocchi;
  • Cereali e legumi – lenticchie, ceci, piselli, fagioli.   

È necessario limitare al massimo gli zuccheri raffinati, il sale, alcool e caffeina. Regola principe, inoltre, è quella di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. 

Per favorire l’attività intestinale, è utile assumere probiotici – yogurt, kefir, crauti freschi  – che aumentano la quantità di batteri buoni nell’intestino.

I probiotici sono microrganismi (soprattutto batteri) viventi e attivi, contenuti in determinati alimenti per esercitare un effetto positivo sulla salute dell’organismo, rafforzando in particolare l’ecosistema intestinale. Del resto il nome stesso suggerisce la loro importanza: il termine probiotico deriva dal greco “pro-bios” che significa a favore della vita.

La regola del poco e spesso

Per la salute del nostro apparato gastro-intestinale bisognerebbe seguire la regola del “poco e spesso”, facendo pasti più piccoli e più frequenti per evitare di schiacciare il tratto gastrointestinale e stimolare il riflesso gastro-colico. 

Anche masticare accuratamente il cibo può facilitare il processo digestivo. La masticazione mette in moto la produzione di saliva e la fabbricazione degli enzimi che servono a digerire gli alimenti favorendo il lavoro di stomaco e intestino.

Fare attività fisica

Camminare, correre, nuotare o andare in bicicletta, sono attività che favoriscono i movimenti del colon che, a loro volta, stimolano la produzione di flora batterica per ottenere movimenti intestinali più regolari. L’esercizio fisico è utile per scaricare le tensioni e lo stress accumulato che influiscono negativamente sulla salute dell’intestino.

Prodotti consigliati

Torna su