Stop alle intossicazioni con i rimedi naturali

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Chiunque almeno una volta nella vita ha provato quei fastidiosi sintomi di una chiara intossicazione. Si percepisce un malessere generale che coinvolge l’intero organismo, seppur provocato semplicemente dall’azione o accumulo di una sola sostanza tossica. 

Oltre alle comuni e diffuse intossicazioni alimentari, sia da sovraccarico che da ingestione di alimenti contaminati, l’intossicazione potrebbe scaturire da periodi di forte stress o dall’uso sia cronico che acuto di alcuni farmaci.  

I sintomi

Seppur i classici sintomi comprendano nausea vomito, con sensazione di amaro in bocca e disturbi gastroenterici, i quadri di un’intossicazione possono anche manifestarsi con spossatezzamal di testa e spesso vertigini. Ciò potrebbe riflettersi negativamente sulla qualità del sonno, comportando spesso insonnia e risvegli notturni, mentre di contro nelle ore diurne innescare disturbi comportamentali coinvolgendo il normale tono dell’umore. Nei casi più gravi e acuti possono invece comparire febbre brividi di freddo, seguiti da tremori e dolori muscolari.

Una dieta varia e senza eccessi, associata ad uno stile di vita sano ed equilibrato possono di certo evitare l’insorgenza di molti dei fastidiosi disturbi ma qualora si dovessero presentare, la natura, come sempre, ci viene in aiuto.

I classici rimedi fitoterapici fanno affidamento ad una vasta letteratura di estratti, primo tra i quali il Finocchio che rappresenta uno degli alimenti detox per definizione. Detossinante e digestivo, ma anche diuretico e rilassante, contrasta i sintomi da intossicazione e previene recidive dovute a cattiva digestione. Aiuta a correggere la ritenzione idrica ed i conseguenti gonfiori dovuti ad una cattiva alimentazione, smaltendo nel contempo le tossine intrappolate nei liquidi reflui, accumulati in eccesso. Infine con la sua azione carminativa, riduce la formazione di gas intestinali e contrasta flatulenza e aerofagia.

La Melissa invece, seppur conosciuta principalmente come tranquillante, è da sempre usata anche per sedare i classici disturbi dispeptici gastroenterici grazie alle sue efficaci proprietà antispastiche.

Finocchio

SCOPRI L'INGREDIENTE

Il Finocchio cresce spontaneo in luoghi incolti e fiorisce nei mesi caldi. La forma spontanea ha un maggior sviluppo ed è molto più aromatica di quella coltivata, è molto diffusa nelle zone collinose e assolate d’Italia.

Il Foeniculum vulgare Mill., comunemente chiamato finocchio selvatico, contiene nel suo frutto un olio essenziale dolce, l’anetolo, un principio amaro, il fenicone, oltre a numerosi alcooli, terpeni, aldeidi e acidi grassi.

L’azione digestiva è dovuta alla sua capacità di favorire la secrezione salivare lo svuotamento gastrico e il transito intestinale.

Foeniculum vulgare

Prova Bioglutase, il nuovo ritrovato dei laboratori di ricerca Alta Natura, dall’innovativa formulazione e dal gradevole gusto arancia e limone. Scoprilo nel comodo formato in bustine.

Con Finocchio e Melissa per favorire la

funzione digestiva

Con Glutatione

Gusto Arancia e Limone!

Torna su